mercoledì 25 aprile 2012

My schedule

In questo momento ha smesso di piovere e sembra che il cielo si stia per riaprire. Per fortuna. Non ho la benchè minima voglia di andare a riprendere Freya sotto il diluvio universale. Sono passati 13 giorni dal mio ultimo post ma ad essere sincero non è successo niente di troppo interessante da essere narrato. Diciamo che le mie giornate sono alquanto monotone, anche se in verità non è vero, perché i bimbi hanno così tante attività durante tutto l'arco della settimana che ogni giorno è sempre diverso. Però a parte questo c'è sempre la solita routine:

7:00 Sveglia, vado in cucina e inizio a preparare il pack lunch (pranzo da portare a scuola) per Luca e Freya.
7:15 Preparo il purple hot juice a Luca, glielo porto in camera e lo sveglio. Il purple hot juice, non è nient'altro che sciroppo di ribes nero miscelato ad acqua calda.
7:30-8:00 Preparo la colazione a Luca e Freya e può consistere in varie cose: latte e cereali; crumpets con burro d'arachidi/nutella/burro e marmellata; pane tostato, biscotti, succo di mela/arancia. Dipende da quello che hanno voglia in quel momento. Nel mentre guardano i cartoni animati e io inizio a mettere in ordine la cucina.
8:00-8:30 La colazione deve essere finita e inizio a preparare i bambini per portarli a scuola.
8:30 Idealmente tutti dovremmo essere pronti per lasciare casa e poter arrivare a scuola con calma ma con Freya che è un pochino capricciosa è difficile rispettare sempre gli orari. Per fortuna Luca mi da una piccola mano a gestirla.
8:40 Dopo aver preso le biciclette, montato Freya sul sedile, allacciate le cinture e messo il caschetto possiamo partire per andare a scuola.
9:00 Luca entra in classe e lascio Freya all'asilo, subito lì vicino.
9:10-14:45 Tempo libero. Che in realtà non è proprio libero perché ho sempre qualcosa da fare, come ad esempio svuotare la lavastoviglie, spazzare il pavimento della cucina e riordinare, stendere,  piegare i vestiti asciutti, mettere un po' di ordine nelle camere e nel salotto, portare fuori Cully, bagnare le piante e (raramente) stirare.Diciamo che più o meno intorno alle 11.00 dovrei aver finito i lavori di casa e quindi posso fare quello che voglio fino al momento in qui devo andare a prendere Freya all'asilo.
15:00 Prendo Freya con me e di solito mi chiede di portarla al giardino che c'è vicino alla scuola, quello con tutti i fiori che avete visto nel post precedente. Se Luca torna a casa da solo, non ho alcuna fretta, altrimenti alle 15.30 Luca ci aspetta fuori da scuola. Una volta tornati a casa do uno snack veloce a tutti e due, se lo richiedono, e controllo se la casa è in ordine. Nel mentre loro giocano, guardano la tv, ecc.
17:00 Devo iniziare a cucinare per il Tea dei bambini. Tea sarebbe il Té ma la cosa buffa è che non devo preparare loro il té. Il loro Tea è praticamente la loro cena. Ho una lista di cose che posso cucinare per loro e quindi mi metto sotto per capire cosa fare per mettere d'accordo tutti. Il che non è facile, visto che hanno gusti diversi e Freya è alquanto lunatica.
17:30-18:00 Idealmente questo sarebbe l'arco di tempo dedicato al pasto. Ma trattandosi di bambini non sempre questi orari vengono rispettati. Ieri ad esempio Freya ha finito di mangiare alle 19:00!
18:00 Freya deve fare il bagno. Di solito ci pensa la mamma, oppure Luca e Ella si lavano insieme a lei, quindi io posso finire di sistemare e pulire le cose usate in cucina, caricare la lavastoviglie e controllare che ci sia abbastanza pane e latte per il giorno dopo. Se così non fosse allora mi tocca fare il pane e tirare fuori il latte dal congelatore così da averlo pronto la mattina seguente.
19:00 Tecnicamente questo è l'orario in qui io dovrei finire il mio lavoro. Ma ovviamente così non è. Finché non entro bene nelle tempistiche della famiglia e finché non avrò preso la mano a fare tutti questi lavori sarà ben difficile pensare di finire per le 19:00! Ma piano piano, ce la farò. Non è niente di impossibile.
19:30 Celi o Ella mettono a letto Freya e ora possiamo tutti stare un po' più traquilli! XD

Tra tutte queste cose bisogna aggiungere i mille impegni dei ragazzi: corsi di danza, Scout, piscina, amici, lezioni di musica e di piano, la childminder di Freya. Più tutti gli imprevisti che possono capitare e che scombussolano tutta la tabella di marcia.

Ora che ci penso mi sono venute in mente alcune cose "buffe" che mi sono successe:
1) Un giorno Simon ci ha portati a fare canoa in un laghetto nelle vicinanze e con noi c'era un amico di Luca, pure lui chiamato Luca. Ebbene, dopo esser riuscito a tenermi asciutto per tutto il tempo che stavamo in acqua (o meglio, sull'acqua) al momento di attraccare e di uscire dalla canoa, quello stronzo di Luca (l'amico), geloso del fatto che io fossi stato l'unico e non essermi ribaltato e finito in acqua, ha ben pensato di ribaltarmi! Arghh!!! L'acqua era gelida e non avevo niente di ricambio! Le scarpe erano zuppe. Per fortuna avevo la tuta apposta e l'impermeabile addosso, quindi non ero proprio fradicio, ma quasi.
2) Ho sbagliato a utilizzare la farina per il pane. Ero tutto contento. Era il primo pane che facevo tutto da solo e non vedevo l'ora di vedere come sarebbe uscito! Uno schifo. Jo mi ha preso per il culo per tutto il pomeriggio. XD Mi disse che era il pane più brutto che abbia mai visto. E aveva ragione! Uno sgorbio, nero, deforme, tutto sfrantumato! Mi sono vergognato un casino! XD Se quella è stata la prima volta è stato proprio un bell'inizio! 

Per quanto brutto possa essere il sapore era comunque buono! Magra consolazione.

Dovete sapere che qui in casa hanno una grande varietà di farine diverse e per il pane usano una parte di farina scura e l'altra di farina bianca. Tutto l'occorrente per il pane è dentro una scatola apposita. Quindi quando io all'interno vedo solo due pacchi di farina, una bianca e una scura, do per scontato che quelle siano le farine giuste. No! Quella scura non era quella giusta. Quindi avrei dovuto sapere che la farina adatta non è quella nel pacco marroncino, ma nel pacco viola, che stava addirittura in un' altra credenza. Grazie al cazzo! Ora lo so!
3) Parliamo sempre di pane. Questa volta avevo fatto tutto giusto, tutto azzeccato. Ingredienti e quantità. Ma se nella macchina non ci metto la spatolina girevole che mescola tutti gli indredienti, col cavolo che viene fuori un pane decente! Infatti è venuto piatto! XD

L'unica soddisfazione è stato il calzone che mi sono cucinato mentre praparavo la pizza per i bimbi. :) Peccato non abbia alcuna foto, era venuto alquanto bene!

E' finito ora il mio tempo libero. Sono le 14.30 e devo iniziare a prepararmi per andare a prendere Freya.
Alla prossima!

10 commenti:

  1. Giada aka la Cialda26 aprile 2012 00:16

    Andreee :D NON farai mai il panettiere, questo è certo!! :D

    RispondiElimina
  2. Ahahaha le avventure col pane sono le migliori! No adesso anchio voglio assaggiare il pane deforme, se lo rifai tienimene da parte un pezzettino :D

    RispondiElimina
  3. Peccato, avrei voluto assaggiare anch'io il tuo pane: già sento il profumo nell'aria. E dire che ti ho fatto vedere come si fa il pane a casa. C.que non demordere ce la farai;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri sera l'ho rifatto ed è venuto giusto! Ormai ho imparato tutto e non mi sbaglio più! :)

      Elimina
  4. brother (dani)26 aprile 2012 12:13

    ahhaha.."grazie al cazzo"..ahah mi hai fatto morire!! normale no..cm potevi sapere di prendere la farina viola!! va beh..ormai hai imparato ho visto..!! fagli provare il tronchetto se no=)..quello si che è buono...............
    tutto bn andre?..cavolo xo ti fanno ben alzare presto alla fine..; cmq continua a raccontare che vai forte..by dani

    RispondiElimina
  5. ahahah!! il pane deforme è bellissimo!! brutto ma buono no?? sì, sì, concordo con dani, continua a raccontare! sembra di essere più vicini :)! ciao da fede!

    RispondiElimina
  6. ciao andre.... purtroppo il panettiere non l'hai mai fatto ma la tua vena artistica esplosa anche in cucina con il tuo speciale tronchetto e tutte le torte che hai fatto per tutti....ci dicono che presto sarai bravo anche come panettiere. Purtroppo uscire dalle proprie certezze ed abitudini ed essere catapultato di botto in un altro stile di vita, riserva tante sorprese e mette in difficolta'... difficoltà che apparentemente ci fanno sembrare imbranati, incapaci.... ma non è cosi'! anzi... ci allargano la mente e ci impediscono di restare degli OTTUSANGOLI!!! ti voglio un bene infinito.... sei il mio primo pensiero del mattino e l'ultimo della sera. mi manchi ma sono felice per le belle cose che vivi.... un bacio grande. Mamma

    RispondiElimina
  7. Beh iniziare la giornata con il succo porpora e il pane sgorbio non dev'essere male!
    Faccio la spesa per quando torni che faremo sicuramenteeee colazione!!! =)
    La tazza già ce l'ho!

    Sister <3

    RispondiElimina
  8. Commenterò con 3 proverbi:

    - Sbagliando si impara (per il pane-sgorbio)
    - L'abito non fa il monaco (per la farina nel pacco viola)
    - Chi tace acconsente (non c'entra nulla, ma va sempre bene)

    Alla prossima!
    M

    RispondiElimina
  9. Ciao Andrew.. ho letto, visto foto e video del blog.. che bei posti e che simpatici i bimbi. Diciamo che hai il tuo bel da fare.
    Ha ragione Dany devi fargli assolutamente assaggiare il tronchetto con quella cremina ganache =) gnam gnam =) divertiti.. mi manchi. Un bacione Fungy

    RispondiElimina